Home > Argomenti vari > Incognita De Magistris

Incognita De Magistris

5 Ottobre 2007

 

Ho seguito poco la situazione della recente polemica sulla giustizia, convinto che si trattasse del solito caso di un magistrato che desiderasse a tutti i costi comparire alla tv, per poi guadagnarsi alle prossime elezioni una poltroncina strapagata in Parlamento…….

Ma ieri per sbaglio ho seguito la trasmissione di Michele Santoro ed ho avuto modo di ricredermi.

Più seguivo gli interventi degli ospiti e più provavo una pressante sensazione di schifo, ma nonostante tutto l’ho seguita fino alla fine,cosa che ha provocato danni irreparabili alla mia giornata.

Se almeno la metà delle cose che sono state dette l’altra sera fosse vera,( ed a giudicare le reazioni dei diretti interessati di oggi,può anche essere), sarebbe il caso che il nostro amato Presidente della Repubblica prendesse provvedimenti, anche se ne dubito che tutto ciò succeda senza un aiutino esterno, per cui propongo a tutti voi di partecipare a questa iniziativa

 

 <a href="http://www.beppegrillo.it/perdemagistris.php?referrer=grillo" target="_blank"><img src="http://www.beppegrillo.it/immagini/banner_demagistris.jpg" alt="Appello per la Giustizia – Per De Magistris" border="0" /></a>

Categorie:Argomenti vari Tag:
  1. 5 Ottobre 2007 a 20:22 | #1

    Anch’io sono stato favorevolmente impressionato dalla trasmissione ANNOZERO. Finalmente ho capito che la ‘casta’ esiste veramente soprattutto per le astiose polemiche che ne sono seguite oggi e di cui parlano i TG. Ovviamente, al centro di tutto c’è l’ineffabile ministro Mastella sputtanato clamorosamente da AnnoZero. Mastella è solo uno scampolo di quello che è il nostro personale politico che sostanzialmente ‘lavora’ per gli interessi degli amici ed amici degli amici e se del caso li protegge da indagini compromettenti. Costoro auspicano che gli adetti all’informazione si ‘autoregolino’ eventualmente non informando i telespettatori invece di sottoporre loro la nuda e cruda verità. Conoscere per poter giudicare, almeno politicamente, da che mani siamo amministrati.

I commenti sono chiusi.