Home > Primo piano > Xchè siamo ancora in Afganistan ???

Xchè siamo ancora in Afganistan ???

16 Maggio 2007

Nel silenzio totale di maggioranza ed opposizione arrivano i sospirati ed indispensabili rinforzi ai nostri soldati in Afganistan,(fonte Repubblica del 6 Maggio),e nessuno ha detto nulla,neanche la sinistra pacifista..
Capisco che in questo periodo i nostri militari possano sentirsi in una specie di tiro al bersaglio e pretendano di portare a casa la pellaccia,e certi politici cerchino di salvare la faccia…
Ma perchè allora non si presenta alla televisione un politico a dire la verità???
” L’Italia non conta nulla,ed il nostro compito a livello internazionale è quello di obbedire a quello che ci viene ordinato di fare,sennò ci tagliano le forniture di gas,petrolio,carbone etc…e ci rispediscono al Medioevo ”

Io un politico così lo voterei ad occhi chiusi,qualunque sia il partito in cui si presenti, ed invece devo vedere ogni giorno questo insulto alla nostra intelligenza…ritiro,non ritiro,potenziamento difensivo e qualsivoglia masturbazione lessicale partorita da qualche ufficio Stampa !

Signori..lì i talebani si sono solo ritirati dalle città,dove tornano di volta in volta per fare quello che i Russi ricordano bene,quindi o mettiamo i nostri soldati nelle condizioni di fare quello per cui sono lì,oppure è meglio che li rimettiamo tutti sull’aereo e li vediamo arrivare con i loro scarponi a Ciampino,piuttosto che in sacchi di plastica !!!

Categorie:Primo piano Tag: , ,
  1. Marco Aurelio
    16 Maggio 2007 a 18:20 | #1

    Sarebbe bellissimo e esistesse un politico, dico uno, che si alza e parla in quel modo alla TV, a tutti gli italiani. Ma quello che ci governano sono femminucce, e chiedo scusa alle femmine, e non uomini. Siamo, come dici, legati a tutti quei contratti ed accordi energetici che ci tengono legati a questa farsa. Ciao.

  2. Michele
    16 Maggio 2007 a 18:23 | #2

    La penso esattamente come te… purtroppo noi parliami tanto di pace ma li non capiamo ancora che siamo in un campo di battaglia puro e vero…
    Speriamo che tornino tutti presto a casa sani e salvi… e che tutto questo schifo finisca…quanto prima…
    Un saluto! passa a trovarmi se vuoi…

  3. maioranarenato
    17 Maggio 2007 a 11:42 | #3

    Non uno che avesse espresso una opinione sui fatti piemontesi(3 albanesi che dirottano un autobus feriscono 2 poliziotti)Sui romeni che violentano per 7 ore una donna.Che non e’ politicamente corretto?

  4. MA07
    18 Maggio 2007 a 17:52 | #4

    Hai perfettamente ragione, la strategia dei talebani è esattamente la stessa, e gli stessi saranno i risultati.
    Dico, ma se un cazzo di partito ci propone di rendere l’Italia energeticamente indipendente???

  5. Giovanni
    19 Maggio 2007 a 21:22 | #5

    Quello che manca è un po’ di sano nazionalismo, quello che manca a questa classe politica di smidollati che tutto fanno tranne governare per il bene dell’Italia. Ed è un discorso che riguarda indifferentemente destra e sinistra, che stanno sempre a litigare e criticarsi a vicenda ma, sotto sotto, fa tutto parte del gioco perchè alla fine cane non mangia cane e ciò che gli importa è mantenere il potere alternandosi 5 anni per uno.
    Sotto certi aspetti invidio la Francia (e mi costa dirlo perchè i francesi non li ho mai amati) che nonostante sia parte della NATO e dipenda dal petrolio come tutti gli altri, ha sempre fatto PRIMA i suoi interessi, sbattendosene altamente le palle di Washington e anche di Bruxelles. Trovo assurdo, ridicolo e INGIUSTO che, per aver perso una guerra la bellezza di 62 anni fa…..ci ritroviamo ancora a dover sottostare a dei trattati-palla al piede che ci fanno essere una specie di stato vassallo. Vorrei vedere un leader politico NUOVO e con un po’ di palle, che dicesse a chiare lettere a USA e Europa: Basta, ci avete rotto le palle, sono 60 anni che ci comandate, da ora in avanti l’Italia farà gli interessi dell’Italia che vi piaccia o no.
    Chi lo sà, forse una volta toccato il fondo cominceremo a risalire, lo spero per questa povera Italia.
    Ciao a tutti e buona domenica.

I commenti sono chiusi.